Dedicato alle mamme e non solo

Diciamolo subito, oggi sulla mamma avrete letto di tutto .

Per come la vedo io sara’ una vera Festa della Mamma solo quando la famosa domanda “Come pensa di conciliare il lavoro con la famiglia?” sara’ posta anche ai babbi e non solo alle donne-mamme . Temo non accadra’ mai, ecco perche’.

Nonostante le paginate scritte sul ruolo della donna in famiglia e i tentativi di parita’ di doveri e diritti tra uomo e donna , la mamma e’ la mamma, sara’ sempre un passo avanti all’uomo che non potra’ mai essere al suo pari perche’ e’ una questione di DNA, loro sono monodirezionali e noi multi. Mi spiego meglio : una mamma mentre aspetta che il caffe’ arrivi, svuota il lavandino, lo pulisce, carica la lavastoviglie, annaffia le piante , prepara le merende ai figli ; un babbo aspetta , fissando la moka . Ci siamo capiti ? E’ cosi’ e basta.

Quel che e’ certo e’ che ad essere mamme non ce lo insegna nessuna scuola, possiamo aver avuto un esempio da seguire o meno in nostra madre ma s’impara solo vivendo e spesso dopo tanti errori. Una mamma e’ continuamente sotto osservazione, in perenne apprendistato, per forza multitasking (bella parola inglese per dire che ne fai varie insieme, tipo caffe’-lavastoviglie-piante-merende), medico e psicologa 24h.

Sicuro e’ che ognuno ha la sua ma non e’ detto che tutte le mamme oggi li meritino questi auguri , non basta mica aver partorito per guadagnarti gli auguri, essere mamme vuol dire molto di piu’ che semplicemente mettere al mondo, vuol dire prendersi cura ed educarli.

Almeno da come la vedo io , ci sono mamme adottive migliori di quelle naturali. Come in tutte le cose, c’e’ il buono e il cattivo, il bello e il brutto e ci sono mamme assenti o presenti, mamme che ascoltano o che delegano ad altri , mamme egoiste o altruiste, mamme anaffettive o affettuose, mamme violente o dolci, mamme in carriera o in corriera, mamme ritardatarie o puntuali, mamme empatiche o indifferenti, ottimiste o pessimiste e cosi’ via. Il fatto e’ che solo voi sapete come e’ vostra madre e se si merita gli auguri, fateglieli! e voi che siete mamme e non li avete avuti, chiedetevi il perche’.

Da parte mia, sono figlia di una donna coraggiosa, forte e generosa che vorrei poter abbracciare dal vivo ma non posso piu’ da 5 anni ormai. Una donna da cui ho preso il coraggio delle azioni e la responsabilita’ delle scelte , anche quando ho dovuto lasciare la carriera nel mondo della moda perche’ ‘secondo loro ‘con tre figli non avrei mai potuto conciliare lavoro e famiglia’. Si sbagliavano.

Quindi viva le mamme che riescono a conciliare perche’ sono dei super-eroi !

baci, ML

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.